Spurghi Napoli: costi spurgo fossa biologica.

26/05/2022

Spurghi Napolipozzi neri e fosse biologiche: differenze.
Le fognature in cattive condizioni comportano intasamento, cattivi odori dentro e fuori le abitazioni e una serie di altri spiacevoli inconvenienti, pertanto è molto importante tenere sotto controllo pozzi neri e fosse biologiche, attraverso periodiche pulizie professionali per verificare il corretto deflusso di liquidi e l’assenza di sedimenti melmosi o solidi. La differenza tra i due è data non solo dal fatto che una è più grande dell’altro, ma proprio dal funzionamento, poiché la fossa biologica ha un tubo in entrata e uno in uscita dal serbatoio, mentre il pozzo nero ha un solo tubo in entrata. Infatti, la fossa biologica è un tipo di fognatura utilizzata solitamente in condomini ed è composta da una vasca interrata, che raccoglie e tratta le acque nere di origine domestica come i liquami e le sostanze di scarto; i batteri in essa contenuti decompongono i rifiuti in materiali solidi, che rimangono depositati, in schiume, che salgono in superficie e in liquidi, che defluiscono e si disperdono nel terreno. Le fosse biologiche possono essere di due tipi. Le tradizionali sono composte da due parti divise da un setto verticale; nella prima si sedimentano sul fondo i liquami pesanti e nella seconda passano i liquidi, subendo poi un’ulteriore decantazione prima di defluire all’esterno. Le cosiddette imhoff, invece, presentano una vasca superiore in cui sedimentano i liquami pesanti, comunicante con una vasca inferiore in cui essi si decompongono e defluiscono. In questo tipo di fossa i derivati finali presentano un basso valore settico, permettendo un trattamento finale naturale. Il pozzo nero è invece un contenitore sotterraneo che accumula i rifiuti domestici senza mai smaltirli e per questo richiede svuotamenti periodici.

Spurgo pozzi Neri: come mantenere gli scarichi puliti.
Per garantire fogne in buone condizioni è importante rispettare alcune norme di comportamento. Anzitutto bisogna evitare lo smaltimento di rifiuti solidi come pannolini, assorbenti, carta non biodegradabile e tovaglioli, attraverso gli scarichi . In tali evenienze è sconsigliabile cercare di porre riparo con l’utilizzo di disgorganti o acidi perchè potrebbero rovinare le sigillature delle tubazioni, pertanto è sempre bene rivolgersi a ditte specializzate in spurghi Napoli e in provincia, e in ogni città per conoscerecosti dello spurgo . Inoltre, non bisogna gettare nè materiali tossici, come oli e sostanze grasse, vernici e diluenti, ma anche detersivi liquidi in eccesso, poiché col passare del tempo potrebbero solidificarsi creando un tappo, nè residui di cibo poiché anch’essi al 99% intaseranno le tubature.

Cosa fare quando fossa e pozzo si riempiono: lo spurgo
Lo spurgo pozzi neri Napoli è l’attività necessaria per una completa manutenzione delle reti fognarie che comprende sia la pulizia dei tubi di scarico sia lo svuotamento di fosse biologiche e pozzetti fognari. Esistono due tipi di spurgo : quello civile riguarda la manutenzione degli impianti ad uso civile in abitazioni singole o condominiali. Prevede lo svuotamento di fosse biologiche e pozzetti degrassatori, lo svuotamento e la pulizia di pozzetti di collegamento, caditoie, mentre quello industriale riguarda la manutenzione di impianti industriali, non a livello fognario ma impiantistico come ad esempio la manutenzione ai macchinari o le vasche di degasazione.

Lo spurgo fognature riguarda principalmente i pozzi neri e le fosse biologiche poichè entrambi hanno lo scopo di raccogliere le acque reflue dalle abitazioni. I motivi per cui è necessario procedere allo spurgo, a mezzo di apposite ditte che puoi trovare a Napoli e provincia, sono rinvenibili proprio nella struttura e funzione dei pozzi neri e delle fosse biologiche. I primi, infatti, essendo contenitori statici, che solitamente servono le case isolate, specie se situate in campagna, e non essendo collegati alla rete fognaria comunale, si riempiono regolarmente, dunque è necessario svuotarli altrettanto regolarmente. In caso contrario, si assisterebbe allo spiacevole spettacolo dei liquami che fuoriescono dal pozzo, senza considerare i rischi sanitari connessi a questo evento nonchè la possibilità di attirare anche sgradevoli animali infestanti come topi e blatte.

Le fosse biologiche sono invece contenitori non statici solitamente collegati alla rete fognaria comunale. Servono principalmente i condomini, anche nei centri abitati. Di norma, il loro contenuto viene immesso nella rete fognaria comunale, quindi non vi è alcun rischio che possano riempirsi, in tali casi però il problema è il pericolo di intasamento.Infatti schiume, residui e materiali solidi inavvertitamente scaricati mediante il water (o anche docce, vasche e lavandini) possono otturare i canali, causando un malfunzionamento della fossa. Per questo motivo, sia a scopo preventivo sia quando l'intasamento è già in atto, è necessario procedere con lo spurgo della fossa biologica.

Le operazioni dello spurgo
Lo spurgo di pozzi neri è composto principalmente da due operazioni:

1.Lo svuotamento consiste nell’ inserimento di un tubo di aspirazione all’interno della fossa biologica o del pozzo nero. Poi, attraverso il depressore e aprendo la valvola di carico, il materiale che si trova all’interno inizia ad essere aspirato dalla cisterna attraverso una pompa collegata alle autocisterne.

2.La stasatura permette il lavaggio dei tubi di scarico attraverso l’inserimento nel tubo di una sonda ad alta pressione denominata canal-jet, che, munita di una testina con fori attraverso cui passa l’acqua in pressione , avanzando nel tubo, scosta le pareti del tubo stesso. Questa operazione va ripetuta con diversi passaggi fino ad ottenere la pulizia completa del tubo.

Diverse sono inoltre le operazioni correlate, svolte a completamento dello spurgo. La pulizia delle caditoie e delle griglie consiste nello svuotamento, pulizia e lavaggio dei pozzetti di raccolta acqua piovana su strada o piazzali.È un’operazione molto simile allo svuotamento, anche se si aspirano prevalentemente sabbia, terra, sassi, foglie penetrati attraverso i coperchi grigliati a mezzo di una lancia ad alta pressione .La videoispezione prevede l’ inserimento di una videocamera nei tubi per controllare prima cosa ostruisca il tubo e dopo che la pulizia sia andata a buon fine. Questa attività può essere di
completamento allo spurgo o eseguita in esclusiva.


Spurgo pozzi neri ogni quanto tempo  effettuare lo spurgo ?
Lo spurgo fognature è un intervento che va realizzato con una certa regolarità, anche se non si riscontrano particolari disagi. Infatti, non solo è risolutivo dei problemi di intasamento, ma è anche funzionale a una manutenzione efficace. Lo spurgo dei pozzi neri è sempre necessario e deve essere effettuato periodicamente, tenendo conto della capienza del pozzo nero e il numero di persone che serve, in modo da poter fare un calcolo di massima sulla periodicità degli interventi. Solitamente si consiglia di intervenire almeno una volta ogni sei mesi / un anno. Nel caso della fossa biologica, è bene comunque, a scopo preventivo, realizzare uno spurgo almeno una volta ogni due anni a meno che l'intasamento è già in atto e dunque lo spurgo risulta un provvedimento necessario. Se si procede regolarmente con lo spurgo in entrambi i casi, sia il pozzo nero che la fossa biologica saranno in grado di mantenersi integri e funzionanti per un periodo di tempo piuttosto lungo, addirittura quaranta o cinquanta anni.

Pronto intervento spurgo H24 spurghi napoli
Il fai da te è assolutamente sconsigliato anche se c’ è da spurgare un semplice pozzo nero di piccole dimensioni. I rischi connessi al fai da te sono troppi e non riguardano solo il fallimento dell'operazione in sé, ma anche e soprattutto le conseguenze in termini sanitari poichè il rischio di contrarre malattie e infezioni è davvero elevato. Pertanto occorre rivolgersi a personale qualificato, ovvero alle imprese specializzate nello spurgo delle fognature denominate autospurgo Napoli.

Una ditta di spurgo Napoli professionale offre assistenza di Pronto Intervento Fognature 24h/24 su Napoli e tutto il territorio nazionale e necessita di sistemi moderni per l’intervento nella disostruzione delle fognature e nella risoluzione di tutti i guasti legati al settore di autospurgo. Il sistema canal jet è quello meno invasivo e assicura nella maggior parte dei casi la risoluzione del guasto senza bisogno di intervenire sulle tubature evitando danneggiamenti a quest’ ultime e la conseguente necessaria ricostruzione.

Qualora invece non sia possibile risolvere il guasto senza un intervento diretto sulla tubatura, viene utilizzato il sistema di videoispezione per individuare il punto specifico del guasto. Tali operazioni devono essere effettuate nel massimo rispetto dell'ambiente e solitamente il personale altamente qualificato garantisce il servizio di pulizia dopo l’intervento effettuato .

I costi spurghi napoli
Tutti, almeno una volta nella vita avremo a che fare con i costi di manutenzione delle fognature della casa pertanto è necessario sapere quale sia il prezzo per lo svuoto dei pozzi neri o della fossa biologica . Va subito precisato che il costo dello spurgo è decisamente variabile.

Il costo dell’autospurgo Napoli può variare da intervento a intervento. Ci sono molti fattori che possono determinare un prezzo differente, a partire dalla zona di servizio, infatti ogni regione per via della posizione degli impianti di trattamento dei reflui ha costi diversi. Altri fattori che possono incidere sul costo dello spurgo sono: la grandezza dell’autobotte, e dunque se si riesce a spurgare il pozzo nero con un unico viaggio o meno, la grandezza del pozzo nero o la difficoltà nel raggiungere l’impianto, oltre che ovviamente il tempo necessario per esecuzione dello spurgo. Inoltre anche lo stato di manutenzione delle vasche può influire sul costo dello spurgo: pozzi neri neri puliti regolarmente sono più semplici e veloci da svuotare.

Panoramica dei costi spurgo fossa biologica
Ogni ditta, chiaramente, ha il suo listino prezzi, listino che cambia anche di comune in comune in base anche al costo dello smaltimento dei rifiuti o amianto. Generalmente la tariffa viene calcolata a ore, con una tariffazione minima di 2 ore, con incluso la partenza dell’autospurgo dal deposito e il rientro dello stesso una volta svuotato dalle acque reflue. In via generale si può considerare un listino prezzi autospurgo a tariffa oraria, ma è possibile concordare tariffe e prezzi tutto incluso. Bisogna inoltre considerare anche eventuali imprevisti poichè il prezzo si basa anche sulla facilità di spurgo. Infatti può capitare che un'operazione che sembrava all’apparenza semplice e lineare possa essere più complicata del previsto, ad esempio per la presenza di qualche ostruzione, pertanto lo spurgo richiederà più tempo o più precisione con conseguente aumento del prezzo.